lingua italiana lingua inglese lingua francese lingua tedesca

Basta Veleni – Brescia

Pubblicato

Basta Veleni – Brescia

Buon pomeriggio a tutti e tutte, dopo la conferenza stampa di questa mattina per la presentazione dei risultati ecco finalmente pubblicati online i risultati finali della nostra campagna di monitoraggio dell’aria dell’inquinamento da NO2 a Brescia e provincia.

Le persone che hanno partecipato hanno deciso di monitorare l’aria fuori casa, fuori dall’ufficio, dal negozio, dalla scuola dei figli, dal campo da calcio, davanti all’ospedale, ecc.

Nel 40% dei punti di campionamento i risultati superano la media mensile di 40 μg /m3.
Questo vuol dire che 4 campionatori su 10 sono risultati fuori dai limiti di legge.

Il 99% dei campionatori risulta invece superare il limite precauzionale consigliato per la tutela della salute di 20 μg /m3.

Per capire come sono stati analizzati i dati è importante sapere che:

– essendo questa tecnica un metodo di rilevazione non riconosciuto, abbiamo posizionato nello mese di rilevazione dei campionatori passivi vicino alle centraline ARPA che sono presenti in città. Dal confronto dei dati è stato trovato uno scostamento con le centraline ARPA dal 7 al 15%. Un’ottimo valore che ci ha permesso di validare i campionatori passivi!

– la varietà espressa nella mappa è dovuta a tanti fattori, compresa la diversa altitudine a cui son stati posizionati i campionatori. Sappiamo che l’ NO2 è un gas pesante che rimane “vicino all’asfalto” e più aumenta l’altezza, più diminuisce la sua presenza.
Nella mappa per ogni valore è segnata anche l’altezza a cui il campionatore è stato posizionato: se trovate un dato alto, nonostante fosse a un altezza superiore ai 3 metri, questo evidenzia una situazione ancora più grave!

– il confronto dei 4 anni precedenti serve per vedere anche quanto le condizioni meterologiche del mese di rilevazione, in cui ha piovuto e nevicato quasi tutti i giorni, hanno inciso sui risultati. Il confronto ci mostra che i valori del 2018 sono leggermente inferiori ai 3 anni precedenti, ma sostanzialmente identici.

– sui 293 campionatori distribuiti a tutti i partecipanti (+ 7 posizionati vicini alle centraline ARPA, per un totale di 300 campionatori), solo 8 non sono stati validati: alcuni perchè rubati durante il mese di campionamento, altri perchè riconsegnati senza tappo e altri perchè bagnati all’interno del tappo e quindi non validi alla rilevazione dei dati.
Se non trovate il vostro campionatore sulla mappa sappiate che siete tra questi 8!

Per ora invitiamo tutti e tutte a consultare la mappa con i risultati e vi invitiamo a partecipare ad un’assemblea pubblica a fine maggio/inizio giugno (maggiori dettagli nei prossimi giorni) in cui spiegheremo nel dettaglio i dati, i rischi per la salute e insieme decideremo cosa fare.

Sicuramente questi risultati dimostrano per l’ennesima volta che non siamo degli allarmisti e che i nostri timori sono fondati.
L’adesione così massiccia a questa iniziativa ci fa per l’ennesima volta capire che siamo in tanti e tante ad essere stanchi di sentir parlare e non vedere nulla che cambia.
Abbiamo voglia di fare, sapere e cambiare in caso sia necessario per la nostra salute e futuro.

Sicuramente per noi è stata un esperienza molto bella, che ci ha permesso di conoscere tantissime persone nuove, ognuna con la propria storia che la portava ad aderire a questa campagna, da chi abita dietro ad una fabbrica, alla mamma che porta i bambini in bici a scuola, a chi abita sopra un parcheggio ecc..

E’ per questo motivo che vogliamo decidere insieme a chi ha aderito e a tutti quelli che vorranno partecipare cosa fare per cambiare le cose, soprattutto in quelle situazioni dove i dati hanno evidenziato una situazione particolarmente allarmante.

Sappiamo che le fonti e le cause di inquinamento dell’aria a Brescia e provincia sono anche altre ed è per questo che il nostro lavoro continuerà anche su altre strade.

Nel frattempo cogliamo l’occasione per ringraziare ancora tutti e tutte i partecipanti alla campagna!

GRAZIE di aver dimostrato per l’ennesima volta che per la salute e il nostro futuro siamo disposti a metterci in prima persona per cambiare le cose…e come diciamo sempre le strade da percorrere per raggiungere i nostri obbiettivi sono tante e diverse, questo è solo uno dei tanti piccoli passi per cambiare le cose e vivere in un posto più sano!

A questo link potete trovare la mappa online con tutti i risultati:

A questo link potete trovare il comunicato stampa di oggi e le slide di presentazione usate durante la conferenza stampa:

A questo link potete trovare l’elenco dei 64 comuni coinvolti:

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.